Monday, August 31, 2009

Catena di montaggio - G. Vaccaro

Come in un mantra, l’eterno gesto della catena

Assembla i muscoli del veicolo

Non c’è una voce attorno lo scheletro

Un lamento che dica ch’è vivo e che sta

Nascendo tra le mani dell’ostetrica.

L’operaio fa fischiare il nascituro,

lo batte, gli pianta bulloni nei femori.

Non piange. L’operaio cola le azzurre

Lacrime sul dorso, suda, fiori liberi

Del suo parto puntuale.

Così, sopra la carne c’è odore d’olio

E sopra i circuiti odor di carne.

Alle officine notturne, con la scintilla

Della Creazione sotto il camice

S’avvia ad ogni alba, coperto dal soffio tiepido

Delle fonderie,

il programmatore di centraline,

il fattore privo di sogni.

Giulio Vaccaro

[vi avevamo promesso libri a palate, liberie piene delle vostre liriche cibernetiche, recensioni su tutti i quotidiani del pianeta, ma come ben sappiamo la vita non è un algoritmo di google e quindi un po' di new senza adsl:

- siamo un po' impantanati sul frote EDITORE, ma non preoccuptevi

- Il Curatolo non farà + le foto alle poesie, ma girerà solo dei video sulle poesie!

quindi continuate a spedire i vostri deliri e continuate a seguirci.]

Tuesday, August 25, 2009

Hikikomori Remix - M. Montanaro

Stiamo replicando movimenti, non gesti.

Il gesto tocca, il movimento sfiora.

Voglio esser toccato, non sfiorato.

Voglio una gran rincorsa.

Il fiatone, e tutto ciò che ne consegue.

Ma stiamo traslocando, intendo come razza.

Nella rete, trasportiamo i nostri spettri,

le nostre miserie risuonano solo un po’ più lontano,

ma sono tutte indovinabili, al posto giusto,

che è il posto loro, nient’altro che il posto loro.

Incazzati, figlio di puttana, bastardo, fa’ che ti si rompano

i coglioni

una volta per tutte,

questo puoi scriverlo, sul tuo social network.

Stiamo traslocando, trasportiamo bronzo,

replichiamo istinti e marchi di fabbrica in un altro regno,

consapevoli come lemmings che si sporgono sul burrone.

Ma c’è una ragazza: muta, inerme, disarmata.

Lei non può far nulla, contro questo esercito.

Niente di niente. Ha già perso.

Non esiste, perché non appare.

Non ha un sito, non ha un blog,

non sa niente di niente, non è intelligente,

dovrei resisterle,

temo.

marco montanaro

[qualcuno di voi conosce la mia passione per il Jiappone e per la sua profonda cultura. Ricevere una poesia senza ads dal titolo Hikikomori Remix mi fa pensare alle numerosi sincronicità della mia vita. Un grazie speciale all'incosapevole marco e vi ricordo che aspettiamo sempre le vostre liriche legate a mondo della tecnologia. per saperne di più, basta cliccare qui!]

Monday, August 24, 2009

Poesie senza ADSL a "la notte bianca di tre croci" e l'incomunicabilità


Che l'arte sia un terreno accidentato lo sapevamo, che l'entroterra itialiano sia un farwest di cui si parla poco, lo sapevamo. Non sapevamo che nel 2009 tenere 30 muinuti di poesia cyberpunk e musica concreta potesse scatenare le ire di un intero paese.

Venerdì 21 Agosto con il maestro Nico Mangifesta abbiamo realizzato una performance ostica e sicuramente fuori contesto all'interno de LA NOTTE BIANCA di Tre Croci [Vetralla], ma forti di trovarci in una notte bianca [simbolo europeo della cultura gratuita] e non alla sagra del brodo di gallina [che comunque deve essere figa] abbiamo voluto tentare e rischiare.
Del resto, per come siamo fatti noi, le alternative erano:
- portare dei revival di gigid'alessio
- rimanercene a casa a leggere e/o ascoltare musica
- portare una ventata di novità in un piccolo paese
Abbiamo optato per l'opzione 3!
Nel dubbio è sempre meglio mettersi in gioco.
Vi dico solo che dopo 10 minuti di performance si avvicina al palco un ragazzo romeno e gentilmete [l'unico dissidente gentile del posto]mi chiede [mentre leggo, ovviamente]: Scusa, ma quando mettete la musica?
Ed io, sorridente: la stiamo già mettendo!
L'ho visto allontanarsi tranquillo verso lo stand dei fagioli e salsiccia.
Al 13esimo minuto si avviciana un signore anziano [del posto, mica come l'immigrato nemico di bossi di prima] e urla, con tutto il fiato in gola, da sotto il palco: Basta, così fate scappare la gente!
Ovviamente noi siamo andati avanti imperterriti fieri della nostra proposta musicoletteraria, nonostante i fischi e le urla!

Non abbiamo mai vacillato e quando abbiamo capito, verso le 3 di notte, che l'eroe di tre croci era l'oldman in maglietta bianca che balla come un ossesso ossesionando le adolescenti del posto, abbiamo compreso...


Tuesday, August 18, 2009

SUBLIMINAL IDOL - recensione di Rita Caramma su LA SICILIA

[Giuro: non l'avrei mai detto che le mie 15 paginette di racconto potessero piacere così tanto. Si vede che D'amato e Moretti c'hanno visto giusto. Nella foto la scansione della recensione firmata da Rita Caramma al mio SUBLIMNAL IDOL. Leggerla mi lusinga moltissimo: GRAZIE RITA!]

t9 - F. Magrini

Morale tratta dalle parole, comprese nel testo, non generative nell’ambito del sistema T9

Maroni guardare, militare sparare.

Rischio mortale.

Ignazio: crudele calice.

Infine, possiamo tutti!

Metrica su Nokia E51.

Mesi neri. 6374, 0, 16374**, 0, 1, 0,

Paure? Scuse! 72873, 1***, 0, 72873***, 1****, 0,

Pause scure 72873*, 0, 72873***, 0,

di – eh! – senso, 34, 0, 1**, 0, 34*, 0, 1**,0, 73676, 1*, 0,

penso. 73676*, 1, 0,

Scrivo, rapito 727486, 1*, 0, 727486*, 0,

dalle falle del ddl. 32553, 0, 32553*, 0, 335, 0, 335*, 1, 0,

Netto, 63886, 1*, 0,

metto punto. 63886*, 0, 78686, 1, 0,

Sunto: 78686*, 1*******, 0,

possa, 76772, 1*, 0,

sopra rossa poppa, 76772*, 0, 76772**, 0, 76772***, 1*, 0,

Maroni restare, #627664, 0, 7378273, 1*, 0,

pestare acqua, 7378273*, 0, 22782*, 1*, 0,

carta attuare, 22782, 0, 2888273, 1*, 0,

buttare in mare (ocse) 2888273*, 0, 46, 0, 6273, 0, 1*lungo selez., 6273*, 1*lungo selez., 0,

‘sto suo senso 1*****, 786, 0, 786**, 0, 73676, 0,

di governo interno, 34, 0, 4683766, 0, 4683766*, 1*, 0,

guardare 48273273, 0,

sulla costa corta, 78552, 0, 36782, 0, 36782*, 1*, 0,

La Russa, #52, 0, #78772, 1*, 0,

la ruspa militare, 52, 0, 78772*, 0, 64548273, 1*, 0,

sparare, pazzo, 7727273, 1*, 0, 72996, 1*, 0,

razzo allo scafo. 72996*, 0, 2556, 0, 72236, 1, 0,

Scado? 72236*, 1***, 0,

Ambo! 2626, 1****, 0,

Bobo alla deriva… 2626*, 0, 2552, 0, 337482, 1, 1, 1, 0,

ferita aperta! 337482*, 0, 273782, 1***, 0,

Cresta bassa, 273782*, 0, 22772*, 1*, 0,

cassa, Ignazio, 22772, 0, #44662946, 1*, 0,

gli errori. 454, 0, 377674, 1, 0,

“Esposi a rischio mortale 1*lungo selez., 377674*, 0, 2, 0, 7472446, 0, 6678253, 0,

un amico. 86, 0, 26426, 1, 0,

Amiam pagare: 26426*, 0, 724273, 1*******, 0,

sciare dovrò 724273*, 0, 36976**, 0,

entro potente, 36976, 0, 7683683, 0,

sovente rovente, 7683683*, 0, 7683683**, 1*, 0,

cima!”. 2462**, 1****, 1*lungo selez., 1, 0,

Choc: 2462*, 1*******, 0,

fuma, l’Etna! 3862, 1*, 0, 51#3862, 1****, 0,

Crema – arena crudele – 27362*, 0, 1**, 0, 27362, 0, 2783353, 0, 1**, 0,

il corpo! 45, 0, 26776**, 1****, 0,

Corro sereno. 26776*, 0, 737366, 1, 0,

Perdon i fasci, 737366*, 0, 4, 0, 32724**, 1*, 0,

farci un calice, 32724, 0, 86, 0, 225423, 1*, 0,

infine possiamo! 463463, 0, 76774266, 1****, 0,

Il mondo mondò sé, 45, 0, 66636, 0, 66636*, 0, 73*, 1*, 0,

se, libero, liberò tutti. 73, 0, 542376, 1*, 0, 542376*, 0, 88884, 1

Fabio Magrini

[Carissimi, dopo una pausa estiva forse troppo lunga, torniamo con i nostri voli cyberpindarici.

Come molti di voi sanno: a noi non piace imboccare il lettore e il pop ci piace solo quando è trash!

Ecco a voi quidi una lirica ricca di metalivelli, dove a dare i numeri sarà il lettore disattento... non di certo l'autore!]

Monday, August 10, 2009